Una questione di ...cuore

01:59 Unknown 0 Comments


Chi mi conosce e frequenta la nostra casa, lo sa..qui non ci sono più maniglie né di porte né di finestre libere.Si..sono tutte occupate..occupate da cuori.Cuori che si appendono,di tutti i generi,di stoffa,imbottiti,di metallo,di fili di legno,grandi e piccoli,semplicemente io li adoro,per cui immaginatevi voi quando...
Un giorno decido e provo una variante di meringhe di cui parlavo con un'amica qualche giorno prima,mi sono messa all'opera,ho preso tre albumi a temperatura ambiente che pesavano circa 100 gr,li ho montati a neve con lo sbattitore elettrico alla massima velocità, con un pizzico di sale,mentre gli albumi crescevano aggiungevo lentamente con un setaccino 200 gr di zucchero a velo(sempre il doppio rispetto al peso dell'albume) e la buccia grattugiata di un limone( i miei sono medi,se il limone è grande potete aggiungerne anche la metà).Finito di montare bene le chiare,(dovete infilarci dentro una spatola e deve rimanere dritta),ho trasferito il composto nella sac a poche con una bocchetta a stella,e ho formato dei cerchietti sulla carta forno con il composto, di circa 2 cm di diametro,a me piacciono piccole da poterne mangiare come i cioccolatini,uno alla volta. Con i ciuffetti ben sistemati sulla carta forno,ho preso dei chicchi di caffè in grani e li ho posizionati in cima alla meringhetta facendo attenzione a non rovinare la piccola punta che viene staccando la sac a poche.Ho messo le due teglie nel forno statico, alla temperatura di 80° lasciando  il manico della spatola di legno infilato nello sportello del forno,così da ottenere una piccola apertura,trascorse 3 ore, voilà le meringhe erano pronte.
Viene a trovarmi Marta,la mia amica, grande appassionata di thè,e con la tazza fumante le offro le tanto discusse meringhe.Lei è sempre molto curiosa di assaggiare le mie ricette, mette in bocca la meringhetta,mi guarda e mi fa "Sai che c'è?" io un po' preoccupata "No..che c'è?" "Si, tu sei brava in cucina,ma non è quello..brava lo sono anch'io" io interdetta con il punto interrogativo disegnato sopra alla testa,la guardavo perplessa, riprende mentre continuava ad assaporare "Tu ci metti il cuore e questo cambia tutto!Perché quando usi il cuore nel sapore si sente"...che dire?Ho provato una tale gioia che è proprio la stessa che provo quando sono in cucina,che unita al mio cuore (come dice lei), formano l'ingrediente segreto delle mie meringhe,che ora sono anche vostre, per cui...;-).

Ah dimenticavo..i sapori e i profumi di queste meringhe,danno un effetto quasi digestivo,per cui le potete proporre a fine pasto  insieme al caffè come piccolo dessert,saranno una vera e propria sorpresa per i vostri ospiti.

0 commenti: